Amministratore di Sostegno

Amministratore di sostegno: chi è?

L’amministratore di sostegno è una figura istituita per affiancare ed assistere quelle persone che, per effetto di un’infermità  o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità,  anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.

 

Quali sono i compiti dell’amministratore di sostegno?

L’amministratore di sostegno deve controllare che il beneficiario riceva tutte le cure necessarie dal punto di vista medico e personale e ne amministra in prima persona il patrimonio, rendicontando al giudice tutelare tutte le spese sostenute.

 

Come richiedere l’amministratore di sostegno?

Per richiedere l’amministratore di sostegno si deve presentare un ricorso nel quale vengono specificate sia le condizioni psicofisiche del beneficiario sia la situazione patrimoniale. Tale ricorso può essere proposto dal beneficiario stesso, da un parente, da una persona stabilmente convivente col beneficiario o da un funzionario esterno.

 

Come avviene la nomina dell’amministratore di sostegno?

La nomina dell’amministratore di sostegno avviene tramite decreto emesso dal giudice tutelare.

 

Quali sono i documenti necessari?

Accedendo a questo link potete trovare l’elenco dei documenti che il richiedente deve presentare al CSF Milano per la stesura del ricorso.

 

In che modo può assisterti il CSF Milano?

Il Centro Servizi Fiscali di Milano, ricevuta la documentazione indicata al punto sopra, controllerà la documentazione, elaborerà il ricorso e dopo le firme lo depositerà al tribunale al fine dell’emissione del decreto di nomina. Inoltre ti assistiamo in seguito per la gestione contabile della rendicontazione periodica obbligatoria.

 

Rivolgiti con fiducia a noi telefonando allo 02540211 oppure scrivendo a amministratoredisostegno@cgil.lombardia.it .

Il servizio è erogato a tariffe agevolate.